Pubbliche amministrazioni

La Pubblica Amministrazione dovrà in futuro porre ancora maggior attenzione agli incassi dei propri crediti, l'attenzione si enfatizzerà  perché i problemi di cassa dei comuni italiani si aggraveranno a partire dal 1° gennaio 2016, poiché è entrata in vigore la “nuova contabilità” che impedisce di spendere fondi non incassati.

I crediti di dubbia esigibilità

Con questa riforma il Comune deve costituire un fondo per i crediti di dubbia esigibilità e accantonare quindi le somme a copertura delle somme che non si prevedono di incassare. L’impegno di accantonamento nei prossimi 4 anni sarà progressivo, va dal 36% fino all’85% del valore dei crediti di dubbia esigibilità.

Emerge chiaramente che attraverso il vecchio sistema del ruolo volontario e coattivo, non si raggiungono risultati soddisfacenti sia in termini di tempi di recupero sia nelle percentuali di incasso, in particolare nel sistema coattivo i valori del recuperato sono irrisori.

Un ultimo aspetto da non sottovalutare, è che i Sindaci oggi più che mai hanno l’obbligo di tutelare i cittadini/contribuenti virtuosi attivandosi concretamente per portare in bonis quelli morosi con l'obiettivo secondario di educare questi ultimi alla virtuosità.

Css per le PA

L'analisi approfondita delle problematiche ci consente di proporci come fondamentale risorsa per i Comuni per vincere questa sfida. CSS è da sempre consulente del credito e mette in campo la sua esperienza ed i suoi servizi  per migliorare i tempi e le percentuali di incasso delle PA, avendo competenze di negoziazione e tecnologiche (gestione di banche dati) affianca la PA nello svolgere in modo efficace questa delicata attività, offrendo un servizio qualificato di customer care che facilita il dialogo verso il cittadino mantenendo gli obiettivi di recupero prefissati.

Dall'esperienza maturata è fondamentale inserire l’attività di recupero stragiudiziale dopo la fase di accertamento, questa attività preliminare e un azione preventiva permette di gestire in modo efficiente i crediti della PA che per il 90% circa hanno importi sotto i 1.000 euro.

I comuni attraverso il know-how di CSS possono raggiungere dei risultati importanti di recupero dell’evasione e dei vantaggi all’amministrazione quali:

  • Sensibile riduzione dei tempi di gestione delle posizioni (recupero e incasso)
  • Incremento delle performance di recupero, in particolare sulle prime fasi di lavorazione
  • Contestuale riduzione dei crediti iscritti a ruolo
  • Relazione negoziale con cittadino

Oltre ad ottenere benefici al cittadino e sociali quali:

  • Risparmio economico sulle attività di recupero rispetto alla riscossione coattiva
  • Estensione della fase “negoziale” tra la P.A. ed il cittadino (leva sull’approccio relazionale/conciliatore)
  • Aumento della “performance sociale” (sensibilizzazione del cittadino al pagamento tempestivo dei tributi)

La collaborazione con CSS consente inoltre alla PA di superare le difficoltà ad assumere nuovo personale da adibire a queste attività e l'impossibilità nell'utilizzo in modo massivo di molti strumenti operativi (come l'anagrafe dei conti correnti).

 

SIamo leader di settore, contatta un nostro consulente

Seguici

Seguici sui nostri social

   

OUR
SOLUTIONS
YOUR
SUCCESS